Pet Therapy

Il termine pet therapy è stato coniato dallo psichiatra americano Boris Levinson nei primi anni ’60 e letteralmente significa “terapia dell’animale da affezione”. Si tratta di una una pratica di supporto ad altre forme di terapia tradizionali che sfrutta gli effetti positivi dati dalla vicinanza di un animale a una persona.

Diversi studi, infatti, hanno dimostrato che alcune specie animali inducono nell’essere umano uno stato di benessere generale, di gioia, di buonumore, che a sua volta porta ad un incremento dell’attività metabolica, alla riduzione della pressione arteriosa e all’aumento delle difese immunitarie, ma non solo. La pet therapy si è dimostrata positiva, ad esempio, nelle patologie a carattere psicologico e deambulatorio e utile per gli anziani afflitti da disabilità e solitudine, con buoni effetti sul fisico e sull’umore. I risultati di questo tipo di cura sono un corpo più tonico, la riduzione di stress e insonnia,e una mente più elastica: secondo gli studi più recenti questi importanti risultati sono legati al fatto che il legame con l’animale ci fa liberare gran quantità di ossitocina, il cosiddetto “ormone dell’amore”, un ormone responsabile della felicità la cui presenza ci aiuta ad essere più fiduciosi, empatici ed è dunque in parte responsabile della nostra felicità.

La pet therapy e la crescita dei bambini

Gli esperti considerano l’animale importante nella crescita del bambino. Il bimbo, infatti, giocando esprime le sue emozioni e arricchisce l’espressività tattile e gestuale: un animale può aiutarlo a raggiungere questi risultati in modo semplice e naturale. Crescere insieme a un gatto o a un cane regala responsabilità, stimola l’attenzione, accelera la maturazione di vostro figlio.
La pet therapy non è, dunque, solo un modo particolare per farsi curare, e difatti non è esclusivamente legata a una patologia o a un problema. Piutosto, è un efficace modo per capire quanto di positivo l’animale può trasmettere: ai bambini, agli anziani, a chi soffre, a chi è stressato, a chi non ha nulla di particolare ma si gioverà sicuramente dell’energia e dei messaggi positivi trasmessi da un amico a 4 zampe.
Sono tanti i veterinari che consigliano a chi ha un bimbo, se ce ne sono le condizioni logistiche, di adottare un cane o un gatto: avrà benefici il piccolo, li avrà anche il resto della famiglia.

Obbiettivi:
Il contatto diretto con l’animale offre tanti stimoli, Il bambino vive un’esperienza unica e sperimenta emozioni fondamentali per il suo sviluppo: l’attenzione, il rispetto, il tollerare e canalizzare l’aggressività. Nel mondo di oggi i bambini sono meno in relazione con il mondo animale rispetto al passato, un peccato visto la ricchezza emotiva che questi trasmettono.

Newsletter

Dove Trovarci

Contatti

Cooperativa Nuovo Sole Onlus
Viale Europa Unita 10,
33074, Fontanafredda (Pn)
Telefono: +39 0434 997512
Fax: +39 0434 997512
nuovosole@nuovosolecooperativa.org
maternabilingue@nuovosolecooperativa.org